Vorrei giocare a golf ma costa troppo, vero? …Falso!

Una volta si pensava che il golf fosse uno sport esclusivo, che potevano permettersi solo le persone benestanti. Oggi non è più così e lo sport, con tutti i suoi benefici, è diventato a portata di tutti. Non è infatti più necessario spendere grandi somme per praticare questa attività. Importantissima è la giusta scelta del circolo.  Ne esistono di tre tipi: quelli con 18 o più buche, quelli con 9 buche, quelli promozionali. I più costosi sono quelli con 8 e più buche, che possono richiedere l’acquisto di azioni associative o accesso a fondo perduto o, ancora, una quota associativa che parte più o meno da 1.500 euro all’anno. I campi con 9 buche sono ovviamente più economici e non richiedono l’acquisto di quote. Mentre, per i circoli promozionali, è necessaria un’iscrizione associativa che non supera le 500 euro annue. La quota associativa però consente sia l’allenamento che giocare liberamente durante tutto il corso dell’anno sulle buche a disposizione. Qualunque sia la scelta, per giocare,e quindi accedere ai campi da golf, si deve possedere la tessera federale della Federazione Italiana Golf. Tuttavia, per maggiori informazioni, dal sito della Federazione Italiana Golf è possibile fare una ricerca, regione per regione, su tutti i luoghi dove è possibile giocare a golf.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *